58

Uccide la figlia di 4 anni e tenta il suicidio gettandosi nel pozzo. È accaduto questa mattina a Levane, in provincia di Arezzo.

L’uomo uccide la figlia di 4 anni, senza pietà, a colpi di coltello e con una spranga davanti agli occhi impotenti della madre e del fratellino. Sul posto sono accorse le forze dell’ordine e i sanitari del 118. L’uomo dopo il delitto ha tentato il suicidio lanciandosi nel pozzo ma è stato tratto in salvo e trasportato all’ospedale.

Una bimba di quattro anni uccisa in Valdarno, a Levane frazione divisa tra il comune di Bucine e quello di Montevarchi, in provincia di Arezzo. A sferrare i colpi mortali contro la bimba, questa mattina, sarebbe stato suo padre, che avrebbe poi tentato di togliersi la vita gettandosi in un pozzo.  Si tratta di un uomo di 39 anni, originario del Bangladesh, che lavora come operai. Questo è stato tratto in salvo dal pozzo con l’intervento dei vigili del fuoco e successivamente trasportato all’ospedale della Gruccia in Valdarno, dove è ricoverato, le sue condizioni non sono ancora state rese pubbliche.

“Da qualche giorno sapevamo che non era calmo, tanto che la moglie ha chiamato il dottore perché lo vedeva nervoso. Sembra che il medico gli abbia prescritto qualcosa per farlo stare tranquillo”. Con queste parole alcuni connazionali bengalesi, e vicini di casa, hanno definito la situazione dell’uomo negli ultimi giorni. Il 39enne lavora in una ditta di metalli e si trovava ora in cassa integrazione a causa dell’emergenza sanitaria.

Pages: Next