92

Nelle ultime ore il web si è scagliato contro Armine Harutyunyan, una giovane modella 23enne che ha sfilato per Gucci, che viene definita “troppo brutta” per essere nella top 100 mondiale delle modelle

Armine modella Gucci

Armine Harutyunyan, la modella di Gucci criticata perché “troppo brutta”:

Negli ultimi giorni sui vari social network si sta vivendo un vero e proprio caso di body shaming di massa ai danni di Armine Harutyunyan, una giovane modella.

Il web si trova spaccato in due tra chi considera la modella Armine Harutyunyan “non adatta a sfilare sulle passerelle” e chi, al contrario, difende questa diversa tipologia di bellezza che da sempre caratterizza tutte le donne, sia modelle che non.

Armine è una giovanissima ragazza di origini armene, ha 23 anni ed si è presentata al mondo grazie noto marchio italiano Gucci che l’ha scritturata per sfilare durante la Milano Fashion Week nel settembre 2019. Ai tempi della Fashion Week Armine è passata quasi inosservata, ora però ha fatto scalpore la sua presenza nella classifica delle 100 modelle più belle e sexy del mondo.

Armine modella Gucci

Ci troviamo sicuramente di fronte ad una bellezza che si allontana dai classici canoni di bellezza che solitamente popolano il mondo della moda, ma non per questo Armine deve essere definita brutta.

Le sue folte sopracciglia, il naso pronunciato non sono andati giù ai classici leoni da tastiera che girano da sempre sul web e che non si sono risparmiati di attaccare sia la scelta di inserirla in questa classifica di nicchia sia la ragazza stessa, inondandola di insulti sul suo profilo Instagram, andando così a distruggere il piccolo angolo di felicità che Armine si era ritagliata in questo mondo crudele.

Fortunatamente sul web ci sono anche coloro che hanno trovato opportuno l’oneroso riconoscimento ad Armine, facendo anche emergere la volontà da parte del mondo della moda di rendere “normale” un tipo di bellezza che fino a qualche anno fa era praticamente impensabile vedere sfilare.

Armine modella Gucci

In un mondo di tante Gigi e Bella Hadid, Alessandra Ambrosio e Kendall Jenner, affermate modelle di oggi, c’è quindi spazio anche per le semplici Armine, capaci di regalare quel tipo di bellezza in grado di rompere schemi artefatti (ed anche un po’ noiosi) di una moda che ha voglia di rinnovarsi e rendere bello ciò che è ordinario.

La bufera per il saluto romano:

Armine non è finita nella bufera dei social soltanto per il suo aspetto, ma anche per un post su Instagram in cui sembra intenta a fare il saluto romano. In uno scatto, pubblicato lo scorso 13 giugno, si vede proprio la modella intenta in un gesto che ricorda il saluto romano. Immediatamente nei commenti sotto al post si è acceso lo scontro tra chi sosteneva fosse un gesto inappropriato e chi invece la difendeva. «Non insultate, che se guardate le immagini può essere frainteso e scambiato per un saluto fascista ma guardando bene tutte le foto si capisce chiaramente che non lo è», scrive un utente. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ave sunstroke✨2019/summer🌿

Un post condiviso da Armina 🇦🇲 (@deararmine) in data:

Proseguendo con il set di foto, infatti, si può vedere chiaramente che la posa assunta dalla modella è scherzosa e anche la didascalia del post è ironica: «Ave sunstroke», che vuol dire «Ave, colpo di sole». Sulla foto, inoltre c’è la scritta “Cesare” con le lettere sfalsate. Il gesto però, anche se “scherzoso” o inteso come “omaggio a Cesare”, resta pericolosamente somigliante a un saluto romano, simbolo del fascismo.

Armine modella Gucci

Dopo il body shaming causato dal mondo del web che l’ha definita “brutta” e “inadatta alla moda”, Armine ora dovrà affrontare anche chi la critica per il presunto saluto fascista. Ma la modella, che lo scorso settembre è stata scelta da Gucci per le sue sfilate alla Milano Fashion Week, ormai alle critiche avrà fatto l’abitudine e si rialzerà più forte di prima.

www.terzoo.com