90

Una bomba d’acqua, la tempesta Thalia, ha colto di sorpresa la popolazione della Grecia che ne è stata colpita nella notte, non lasciando il tempo alla gente di mettersi in salvo, per ora si contano 7 morti ed un disperso

 

Bomba d’acqua sulla Grecia, tempesta Thalia causa 7 morti e un disperso

Si tratta di una vera e propria bomba d’acqua quella che si è abbattuta sull’isola di Eubea, dove la tempesta Thalia ha causato la morte di 7 persone e un disperso. Stando a quanto riportano i media locali, i Vigili del fuoco indicano come la zona maggiormente colpita la cittadina di Politika, sulla costa occidentale, dove hanno purtroppo perso la vita un bimbo di soli 8 mesi che è caduto dalla culla, una donna di 85 e un uomo di 86. Sempre nella cittadina di Politika sono stati registrati anche altri due decessi: sono un uomo di 74 anni e una donna di 73.

Nella zona della Grecia colpita dalla bomba d’acqua sono stati 97 i cittadini soccorsi per l’emergenza, a causa delle difficili condizioni sono stati impiegati elicotteri e scialuppe di salvataggio.

La tempesta Thaila, un fenomeno mai visto prima

Stiamo parlando di un, triste, record storico quello registrato in queste ultime ore: i centri di meteorologia della Grecia riportano che in 6 ore è stata colpita da 350 mm di acqua, a fronte dei 63 mm per metro quadro ipotizzate dalle previsioni meteo. Le previsioni avevano annunciato un forte acquazzone, anche se nessuno si sarebbe mai aspettato una bomba d’acqua del genere, però la Protezione Civile della Grecia non aveva lanciato nessuno allarme meteo: un’impreparazione che è costata cara a tutti e che ha dato vita a fortissime polemiche.

Grecia Bomba d'acqua

Il viceministro della Protezione civile, Nikos Jardalia, si è prontamente recato nelle zone colpite dalla tempesta Thalia ed ha tentato di difendersi dai forti attacchi ricevuti da parte dei cittadini, che lo hanno accusato di non aver attivato il protocollo di allerta meteo né dato ordine di eseguire evacuazioni nelle zone più a rischio: “non avevamo una previsione corretta. Avremmo agito diversamente”, ha risposto Jardalia.

Molte persone intrappolate nelle proprie abitazioni

La tempesta Thalia non solo ha generato ingenti danni in molte zone della Grecia ma ha anche intrappolato in casa moltissime persone: l’acqua, infatti, ha superato 1,5 metri di altezza. Stando alle prime stime effettuate dalla protezione civile, circa 3000 edifici, tra privati e pubblici, sono stato colpiti dall’acqua alta causata dalla pioggia forte.

Grecia Bomba d'acqua

Durante la bomba d’acqua in Grecia sono state viste moltissime persone che si sarebbero rifugiate su tetti e balconi nel tentativo di sfuggire dalla forza devastante dei torrenti di acqua che si sono manifestati sulle strade, spazzando via le automobili e causando danni pesantissimi.

www.terzoo.com

Cos’è una bomba d’acqua?

In meteorologia un nubifragio è una precipitazione piovosa particolarmente intensa, durante la quale il tasso di pioggia caduta (rain rate) è uguale o superiore a 30 mm per ora.

Nonostante solitamente abbia una breve durata, data la sua intensità, questo fenomeno è in grado di creare condizioni di allagamento e inondazioni, specie in zone predisposte. Si tratta di fenomeni associati tipicamente a temporali particolarmente violenti e duraturi, spesso con forte vento, in genere legati a linee temporalesche o a veri e propri violenti cicloni extratropicali.

Grecia Bomba d'acqua

Vengono spesso definiti dai mass media italiani con il neologismo bombe d’acqua, libera traduzione del termine inglese cloudburst (esplosione di nuvola), che però non è usato in meteorologia.

Secondo alcune fonti, questo neologismo fu coniato inizialmente dal quotidiano La Nazione nel settembre 2003, in occasione del nubifragio che colpì la provincia di Massa e Carrara proprio in quel periodo, e poi ripreso da altre testate e agenzie giornalistiche. Il termine però non fu molto diffuso nel linguaggio comune fino al 2013, quando cominciò a essere impiegato per definire ben 14 fenomeni precipitativi intensi, accaduti nel territorio italiano durante quell’anno, che addirittura in quello successivo (fino almeno a ottobre), salirono a 30.

Grecia Bomba d'acqua