63

 José Prieto Cerrudo e Guadalupe Matas Hernández hanno entrambi 88 anni, gran parte dei quali li hanno passati insieme, e in queste settimane hanno vissuto insieme l’ennesima esperienza della loro vita.

Entrambi positivi al coronavirus hanno combattuto contro questo nemico immaginario nella stessa stanza d’ospedale. La disavventura ha inizio lo scorso 4 marzo, quando José inizia a presentare i primi sintomi del virus. Il suo medico però gli prescrive un antibiotico e gli consiglia di rimanere a riposo a casa.

Le cose iniziano a degenerare proprio il giorno del 65° anniversario di matrimonio della coppia, i sintomi si aggravano e l’uomo viene trasportato all’ospedale dove gli viene confermata la positività al COVID-19.

Pochi giorni dopo, probabilmente a causa della convivenza con il malato, anche la moglie presenta i sintomi del virus e viene di conseguenza ricoverata anche lei. Inizialmente si trovavano in stanze diverse, ma la lontananza dalla moglie influiva negativamente sulla salute dell’uomo. In seguito a diverse richieste i dottori hanno permesso che i due potessero ricongiungersi e combattere insieme

Ora i due sono fuori dall’ospedale, le loro condizioni sono nettamente migliorate e possono tornare a sorridere insieme nella loro casa di Villanueva de Torre, Spagna.