80

Fase 2. Dal 4 maggio sì a incontri con i familiari stretti. Il 18 maggio riapriranno i negozi, il primo giugno bar, ristoranti, parrucchieri e centri estetici

 

In serata sarà firmato il nuovo decreto (Dpcm) sulla fase 2 dell’emergenza coronavirus. Rimane ancora obbligatoria l’autocertificazione per gli spostamenti, anche se sarà ancora una volta modificata. Le mascherine saranno obbligatorie ma solo nei luoghi chiusi.  Sì ai funerali ma non ancora alle messe. Confermata la possibilità di fare attività motoria a distanza dalla propria abitazione.

Dal 4 maggio saranno possibili incontri con i familiari più stretti (anche anziani, ma indossando la mascherina e senza assembramenti), e ci sarà la possibilità di rientro nel luogo di domicilio o residenza di chi è rimasto bloccato dal lockdown causato dal coronavirus nelle città in cui studia o lavora. Resta però l’autocertificazione, anche se sarà diversa e con più possibilità.

Sarà possibile tornare a celebrare i funerali, ma soltanto alla presenza dei familiari più stretti (non più di 15 persone), le messe rimangono ancora interdette.

La fase due prevede anche riapertura del commercio al dettaglio che è prevista per il 18 e non più per l’11 maggio, come si vociferava inizialmente. Inoltre per l’1 giugno verranno finalmente riaperti bar, ristoranti, parrucchieri e saloni estetici.

Pages: Next