77

Gardaland si dice pronto per la riapertura durante la fase 2 dell’emergenza Coronavirus: pronto un Protocollo di Sicurezza per garantire la distanza minima tra le persone e la sicurezza sanitaria.

I servizi pubblici e le attività italiane si preparano a ripartire nella fase 2 dell’emergenza Coronavirus. Leggi qui l’articolo con tutte le date!

Anche i parchi di divertimento si stanno preparando con le misure da attuare per poter dare il via alla fase 2 e tornare a ospitare il pubblico dopo il coronavirus. Tra questi c’è Gardaland, pronta a trasformare completamente la sua organizzazione al fine di consentire alle famiglie di trascorrere giornate di divertimento in totale sicurezza.

Gardaland dispone di una superficie di 600 mila metri quadrati: un’area veramente enorme se si pensa che corrisponde a 55 campi da calcio, già da sola quest’area basterebbe a garantire il distanziamento sociale necessario imposto dalle norme anti coronavirus.

Il parco giochi di Castelnuovo del Garda, in provincia di Verona, ha messo a punto un programma articolato, modulato in funzione delle direttive e dei diversi scenari, contemplando la tutela della salute e le esigenze del divertimento. Si lavora a un Protocollo di Sicurezza, supportato da collaborazioni con enti e esperti, per gestire ogni aspetto operativo, al fine di minimizzare ogni tipo di rischio sia per i visitatori che per i dipendenti che lavorano ogni giorno nella struttura.

Pages: Next