77

La Germania ha iniziato la settimana scorsa la fase 2 del coronavirus, che in Italia è prevista iniziare il 4 maggio. Dopo una settimana però il tasso dei contagi torna a salire.

Nonostante in Germania l’emergenza coronavirus fosse iniziata alcune settimane dopo l’Italia, lo stato tedesco ha deciso di iniziare la fase 2 già una settimana fa. Ciò è stato deciso anche sulla base dei dati di morti e contagi che sono stati inferiori rispetto a quelli nel nostro Paese.

In Germania ora però torna a salire il tasso di contagio da Coronavirus. Secondo il Robert Koch Institut, ora il tasso è salito a 1. Questo sta a significare che ogni persona infetta ne contagia un’altra, potrebbe diventare una catastrofe se non si inverte la tendenza! Bisogna precisare che a metà aprile, prima delle riaperture della fase 2, il tasso era di 0,7.

In totale, dall’inizio della pandemia di coronavirus, in Germania sono stati registrati 156.337 casi e 5.913 morti.

Dalla settimana scorsa, nel Paese sono state alleggerite le misure di sicurezza anti coronavirus, dando più libertà ai cittadini e riaprendo diverse attività.

Secondo il parere di diversi esperti, sono state proprio le riaperture a provocare l’aumento del tasso di contagio. «Le persone devono rimanere ancora il più possibile a casa se vogliamo difendere i nostri successi comuni», ha detto il presidente del Robert Koch Institut durante la conferenza stampa. Continua intanto in Germania il braccio di ferro tra l’esecutivo guidato da Angela Merkel, che vuole frenare sulle riaperture, e i Laender, che spingono per ripartire.

Pages: Next