62

Non è mai bello dover annunciare la morte di qualcuno, a maggior ragione se questa persona lavora a stretto contatto con noi. “Un momento di grande dolore”, così si esprime il Premier Conte nel post su Facebook in cui ha informato tutti noi della morte di Giorgio Guastamacchia, un poliziotto agente della sua scorta. L’uomo aveva solamente 51 anni e aveva contratto il coronavirus a metà marzo. Nelle settimane precedenti il suo ricovero non aveva avuto contatti diretti con Conte, né aveva viaggiato sull’auto del premier. 

 

«Nella giornata di oggi è venuto a mancare Giorgio Guastamacchia, sostituto commissario addetto al mio servizio di protezione, di soli 51 anni. Nei giorni scorsi era stato ricoverato a Roma dopo aver contratto il virus Covid-19. Per tutti noi che l’abbiamo conosciuto, per i colleghi del servizio di protezione, per i dipendenti della Presidenza del Consiglio, è un momento di grande dolore. Ci stringiamo alla signora Emanuela, ai suoi figli e ai suoi cari, per esprimere loro i nostri sentimenti di commossa vicinanza. Rimarrà in me indelebile il ricordo della sua dedizione professionale, dei suoi gesti generosi, dei suoi sorrisi ravvivati da un chiaro filo di ironia», scrive Giuseppe Conte nel post che potete visitare qui sotto.

Pages: Next