81

Dal 18 maggio potrebbero esserci sostanziali estensioni alle libertà della fase 2. Si parla di eliminare l’autocertificazione e di permettere ai cittadini di vedere anche gli amici.

Da lunedì 18 maggio la Fase 2 dell’emergenza coronavirus vedrà grandi modifiche, dalla riapertura di negozi, bar e servizi per la cura della persone fino alla possibilità di vedere gli amici e l’eliminazione della famosa autocertificazione.

Entro venerdì il Governo si è posto l’obiettivo di presentare il nuovo Dpcm, che porterà con sé alcune sostanziali novità rispetto a quello in vigore dallo scorso 4 maggio. Alcuni punti cardine del nuovo decreto, come abbiamo già accennato, sono stati già resi noti, come la riapertura di negozi, bar, ristoranti, barbieri e attività per la cura della persona.

Rimangono in bilico altre questioni importanti, su cui tuttora è in corso un dialogo tra le parti coinvolte per capire come agire in sicurezza. L’ipotesi più accreditata è l’annullamento dell’autocertificazione, vero simbolo della Fase 1 dell’emergenza. Niente più fogli di carta per certificare gli spostamenti, che potrebbero quindi subire un allargamento anche agli amici.

Amici decreto 18 maggio fase 2

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI RELATIVI ALLA FASE 2

 

Vedere gli amici dal 18 maggio, si può

Niente più autocertificazione, gli spostamenti da lunedì 18 maggio saranno liberi e giustificati dal solo buon senso di ogni individuo. Motivo per cui con ogni probabilità le visite saranno estese anche ai ‘non congiunti’, come gli amici. Su questo punto è in corso ancora un acceso dibattito, ma sembra che la linea della libertà di spostamento vada per la maggiore. Ovviamente questa scelta di riaprire completamente l’Italia, ma mantenendo sempre quei pochi accorgimenti necessari ad arginare la diffusione del virus, dovrà essere supportata dai dati scientifici. La riapertura del 18 maggio sarà possibile solamente se le curve di nuovi contagi da coronavirus continueranno a scendere durante questi giorni e, sopratutto, dopo il giorno delle riaperture del 18 maggio.

Pages: Next