91

La Formula 1 aggiungerà 3 nuovi Gran Premi alla lista delle piste per la stagione del mondiale 2020, questi saranno Imola, Nurburgring e Portimao:

 

Formula 1, annunciati 3 nuovi Gran Premi

La Formula 1 aggiungerà 3 nuovi Gran Premi alla lista delle piste per la stagione del mondiale 2020, questi saranno Imola, Nurburgring e Portimao.

La Formula 1 tornerà in Portogallo per la prima volta dal 1996 dopo che la federazione ha deciso di aggiungere il Gran Premio di Portimao nel week-end del 23-25 ottobre, questo avverrà due settimane dopo il Gran Premio dell’Eifel al Nurburgring in Germania in programma il 9-11 ottobre. Tra il 31 ottobre e il 1° novembre inoltre si svolgerà il GP di Imola all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari per il Gran Premio dell’Emilia Romagna, che sarà un evento di due giorni.

Formula 1 Gran Premi

Per quanto riguarda l’evento del Gran Premio di Imola deve ancora essere concordato come si svolgerà, ma ci si aspetta che ci sarà solo una sessione di prove prima delle qualifiche e della gara.

Questa nuova notizia quindi porta a 13 il numero di gare del calendario della Formula 1 per il 2020, con 10 gare – tra cui una nuova gara al Mugello – annunciate in precedenza. Come affermato in precedenza, la Formula 1 prevede che la nuova stagione 2020 avrà tra le 15 e le 18 gare, terminando nella regione del Golfo a metà dicembre.

Bisognerà attendere ancora qualche giorno perché sia pubblicato il calendario ufficiale, ma a causa della pandemia Covid-19 in corso, delle restrizioni locali e per la necessità di mantenere comunità e il personale al sicuro da eventuali contagi, la Formula 1 ha confermato che non sarà possibile correre in Brasile, Stati Uniti, Messico e Canada in questa stagione.

Formula 1 Gran Premi

Il circuito di Imola:

L’autodromo Enzo e Dino Ferrari, comunemente noto come autodromo di Imola, è un circuito automobilistico situato nel comune di Imola.

Inaugurato nel 1953, ai suoi albori era ufficialmente denominato Prototipo CONI, seppur noto principalmente come circuito del Santerno, titolazione questa che colloquialmente tuttora mantiene. Nel 1970 assunse il nome di autodromo Dino Ferrari in memoria dello scomparso figlio di Enzo Ferrari; alla successiva morte del Drake nel 1988, il suo nome venne affiancato a quello del figlio portando il circuito imolese all’odierna denominazione.

Formula 1 Gran Premi

Deve la sua iniziale notorietà al motociclismo, in particolare con la 200 Miglia di Imola disputatasi tra il 1972 e il 1985. Per quanto riguarda il Motomondiale, ha ospitato sette edizioni del Gran Premio delle Nazioni tra il 1969 e il 1988, tutte le quattro edizioni del Gran Premio Città di Imola dal 1996 al 1999, e due edizioni del Gran Premio di San Marino nel 1981 e nel 1983. Dal 2001 ospita pressoché stabilmente la tappa italiana del campionato mondiale Superbike.

Per quanto concerne l’automobilismo, dopo gli esordi legati prettamente all’endurance, dal 1979 il circuito si è aperto alla Formula 1 in occasione del Gran Premio Dino Ferrari.

Relativamente alla massima serie automobilistica, ha ospitato l’edizione del 1980 del Gran Premio d’Italia, e tutte le ventisei edizioni del Gran Premio di San Marino dal 1981 al 2006; nel 2020 ospiterà il Gran Premio di Formula 1 dell’Emilia-Romagna. È inoltre sede di altre corse di caratura internazionale per vetture monoposto, turismo ed endurance.

Formula 1 Gran Premi

È uno dei pochi tracciati in cui si corre in senso antiorario. Dal 30 giugno 2013 l’autodromo ospita il Museo “Checco Costa”; nell’esposizione sono raccolti documenti, immagini e mezzi che raccontano la storia dell’autodromo.

Dopo la perdita della Formula 1, seguita a quella del Motomondiale risalente al 2000, sono iniziati i lavori di ricostruzione e ammodernamento, che si sono protratti per tutto il 2007. L’area dei box è stata totalmente ricostruita; l’unico manufatto sopravvissuto è la storica ed ex Torre Marlboro (negli anni seguenti via via rinominata a seconda dello sponsor).

I lavori di modifica al tracciato, eseguiti sotto la direzione dell’architetto Hermann Tilke, hanno portato all’eliminazione della Variante Bassa per le auto, mentre le moto percorrono nella stessa zona una nuova variante ricavata dalla via di fuga del rettilineo.

Il 3 e il 4 maggio 2008 si è tenuta l’inaugurazione del rinnovato circuito. La nuova gestione ha deciso di puntare sulle serie internazionali alternative, sia di auto sia di moto: il primo evento internazionale organizzato sul nuovo tracciato è stato il campionato del mondo turismo.

Formula 1 Gran Premi

Dal 2009 in poi il tracciato ha visto il ritorno anche del campionato mondiale Superbike; in particolare, nei mesi precedenti la gara, su richiesta e con la collaborazione della Federazione Motociclistica Internazionale è stata realizzata per motivi di sicurezza una nuova chicane, denominata Nuova Variante Bassa.

Nello stesso anno l’autodromo è stato luogo di partenza e arrivo dei campionati italiani di ciclismo, vinti tra i professionisti da Filippo Pozzato. In questi anni la pista è stata teatro, tra le altre, di competizioni quali le Superstars Series, l’International GT Open e le GP2 Asia Series.

Dopo avere ottenuto per varie volte, nel corso del decennio seguente, il rinnovo dell’omologazione di primo grado da parte della FIA, nel 2020 il circuito torna a ospitare dopo quattordici anni una gara di Formula 1 con il Gran Premio dell’Emilia-Romagna.

www.terzoo.com