90

Grave incidente che è costato la vita a due operai, al lavoro in un cantiere edile: sono precipitati dalla struttura di sostegno mentre tagliavano una trave. I sindacati tornano a chiedere maggiore sicurezza sul lavoro.

 

Incidente in cantiere a Roma, due operai precipitano da 30 metri:

Purtroppo è stata riportata una grave tragedia in piazza Lodovico Cerva, in zona Vigna Murata a Roma, dove due operai di 53 e 29 anni sono morti dopo una caduta dall’altezza di quasi trenta metri. I due operai, al lavoro in un cantiere edile, stavano tagliando una trave di cemento quando, per cause da accertare, sono precipitati dall’ottavo piano della struttura che li doveva sostenere.

Sul posto stanno tuttora indagando la Polizia Scientifica e il commissariato Esposizione. Le salme sono state messe a disposizione dell’autorità giudiziaria. Nel frattempo i Vigili del Fuoco hanno dovuto lavorare per mettere in sicurezza la trave su cui stavano lavorando gli operai del cantiere ed è rimasta sospesa a circa 20 metri di altezza. Stando a quanto riferiscono i Vigili del Fuoco, si attende l’arrivo del magistrato di turno per attendere l’avvio delle “complesse operazioni di messa in sicurezza dell’area”.

Incidente cantiere roma

La procura di Roma ha deciso di aprire un fascicolo per omicidio colposo in relazione all’incidente che ha causato la morte dei due operai. Il pm Francesco Minisci, titolare del procedimento, ha svolto un sopralluogo nel cantiere di Roma che è stato teatro della tragedia.

L’obiettivo dell’indagine è verificare se, all’interno del cantiere, venissero rispettate le norme di sicurezza. 

Catalfo, rafforzare sicurezza nei cantieri

“Sono vicina alle famiglie dei due operai che questa mattina hanno tragicamente perso la vita in un cantiere edile a Roma. In attesa che la magistratura chiarisca le cause dell’incidente, voglio ribadire un aspetto per me centrale nell’azione del mio Ministero e, più in generale, del Governo: mai come ora, è necessario uno sforzo unitario per rafforzare il sistema di prevenzione di infortuni e morti sul lavoro. Aprirò il tavolo odierno partendo proprio da qui”.

Lo scrive su Twitter il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo.

Incidente cantiere roma

“Agghiacciante la morte di due operai oggi in un cantiere a Roma. È una interminabile scia di sangue e di vite stroncate nei luoghi di lavoro. Dove sono i controlli sulla sicurezza? La Cisl farà sentire la sua voce insieme agli altri sindacati: dobbiamo fermare questa strage quotidiana”.

Queste sono invece le parole della Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, esprimendo il cordoglio di tutta l’associazione verso le famiglie dei due lavoratori morti oggi a Roma.

Uil la definisce una situazione insopportabile

“Ora basta, nonostante il calo della produzione e la diffusa cassa integrazione, gli incidenti sul lavoro non diminuiscono. E’ una situazione insopportabile e insostenibile. Quella accaduta, stamattina, in un cantiere edile di Roma è l’ennesima tragedia sul lavoro che ci lascia sgomenti. Siamo vicini ai familiari delle due vittime, in doloroso silenzio, e confidiamo nell’opera della Magistratura perché siano appurate dinamiche e responsabilità dell’incidente. Resta il dramma, incancellabile. Di quale condono e di quale scudo parliamo? Bisogna prestare attenzione anche alle richieste di semplificazione.

Resta, inoltre, l’urgenza di accrescere l’attenzione sulla sicurezza e di inasprire le pene per chi non rispetta le norme: chi sbaglia, deve pagare. La vita è il valore assoluto e le necessità della produzione non possono prevalere, mai: difenderemo questo supremo diritto, al di là di tutto, se necessario anche con una mobilitazione generale.”

Questo è quanto dichiara Pierpaolo Bombardieri, segretario generale Uil, in una nota.

Incidente cantiere roma

 “L’Ugl esprime il suo cordoglio alla famiglia dei due operai di 29 e 53 anni deceduti in un cantiere edile a Roma dopo una caduta di oltre 20 metri. Auspico che la magistratura chiarisca le dinamiche dell’accaduto e faccia piena luce su questa gravissima vicenda”.

Lo afferma, in una nota, Armando Valiani, segretario regionale Ugl Lazio, in merito all’incidente sul lavoro in cui hanno perso la vita due operai edili a Roma.

Incidente cantiere roma

“Un ennesimo, tragico incidente mortale che addolora e indigna per la facilità con cui si continua a morire sul lavoro. Occorre intervenire rafforzando i controlli, la cultura della sicurezza e la formazione dei lavoratori, soprattutto nei settori dove il rischio infortuni è più elevato. L’Ugl è in tour con la manifestazione ‘Lavorare per vivere’ volta a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle morti bianche. Basta stragi sul lavoro”.

www.terzoo.com