83

Il presidente Trump domenica ha intensificato le sue critiche verso l’ex presidente Obama collegandolo alle indagini su Michael Flynn, definendolo Obamagate, evidentemente non ha accettato le critiche del suo predecessore riguardo le scelte prese sulla questione coronavirus.

 

Donald Trump tweetta “OBAMAGATE”:

La scorsa settimana, il Dipartimento di Giustizia del procuratore generale William Barr ha archiviato il caso contro Flynn, il primo consigliere per la sicurezza nazionale di Trump, che è stato visto come il principale testimone dell’accusa dalle indagini di Robert Mueller sulla campagna di Trump.

Trump, insieme ad altri repubblicani, ha accolto la  decisione  e l’ha definita come un esempio di complotto fabbricato dai democratici per rimuoverlo dall’incarico.

Trump ha ritwittato Eli Lake, editorialista di Bloomberg, che ha dichiarato di aver rivisto le trascrizioni dell’intervista rilasciate di recente nelle indagini sulla collusione.

Lake ha scritto: “Ora è chiaro perché ogni repubblicano nel 2019 ha chiesto le sue dimissioni. Sapeva che i testimoni a porte chiuse non supportavano il suo ingegno e la sua falsità sulla collusione della Russia. “

Sidney Powell, uno degli avvocati di Flynn, ha detto a “Sunday Morning Futures” di Fox News che gli agenti dell’FBI hanno fatto del loro meglio per nascondere le loro indagini e hanno tentato di mettere in galera Flynn. Ha menzionato un incontro alla Casa Bianca il 5 gennaio 2017 che includeva Obama, l’allora direttore dell’FBI James Comey, l’allora direttore dell’intelligence nazionale James Clapper e l’ex direttore della CIA John Brennan.

Pages: Next