90

Il 14 luglio 1789 è avvenuta la Presa della Bastiglia, un evento storico di fondamentale importanza per la Francia che ogni anno ne celebra l’anniversario. Quest’anno la festa nazionale però si svolgerà in maniera diversa a causa del coronavirus:

 

Presa della Bastiglia, la festa Nazionale francese limitata dal coronavirus:

Il giorno della Presa della Bastiglia è diventata una festa nazionale in Francia, quest’anno la tradizionale parata militare sugli Champs-Elysée del 14 luglio però non si farà a causa delle restrizioni sanitarie imposte dal coronavirus. Le celebrazioni non potranno muoversi da place de la Concorde e l’esibizione delle forze armate sarà ridotta per dare spazio all’omaggio ai camici bianchi, “eroi” dell’emergenza sanitaria.

“Grazie di aver lasciato la ribalta alle professioni ospedaliere che sono state impegnate al fronte contro l’epidemia e che continuno a difenderci dal virus”, ha detto Emmanuel Macron ringraziando i vertici militari che eccezionalmente non faranno la loro classica parata in onore della Presa della Bastiglia.

Presa della Bastiglia 14 luglio

Lo show aereo del 14 luglio non è stato annullato e si terrà nelle stesse modalità degli anni passati, in particolare saranno utilizzati gli elicotteri utilizzati nell’Operazione Resilienza grazie alla quale i malati di alcune regioni particolarmente colpite sono stati trasferiti in ospedali meno sovraccarichi del Paese.

Questo 14 luglio sarà quindi molto speciale, senza pubblico e con solo 4.500 invitati, al fine di non infrangere le regole imposte dal coronavirus. Più di un migliaio di presenti saranno medici e infermieri, e in alcuni casi le famiglie di quei professionisti degli ospedali che sono morti durante l’epidemia.

Tra gli invitati ci saranno anche esponenti delle altre professioni che nell’emergenza erano in “seconda e terza linea”, come spiega l’Eliseo, tra cui cassiere di supermercato, netturbini, fattorini, insegnanti, dipendenti delle pompe funebri. “Questo 14 luglio renderemo omaggio a coloro che hanno messo tutte le loro forze, tutte le loro competenze, tutta la loro umanità contro il virus”, ha spiegato il presidente Macron.

Presa della Bastiglia 14 luglio

Per questo anniversario della Presa della Bastiglia anche gli invitati stranieri, generalmente sono i rappresentanti dei paesi alleati alla Francia, sono stati scelti nell’ambito della crisi sanitaria. Saranno infatti presenti i ministri della Salute dei quattro paesi UE che hanno accolto pazienti francesi durante il picco dell’epidemia tra marzo ed aprile: Germania, Austria, Lussemburgo e Svizzera.

Non tutti sono d’accordo, però, con le iniziative del presidente della Francia. Alcuni sindacati hanno deciso di organizzare una manifestazione pacifica nel pomeriggio del 14 luglio per ribadire una serie di rivendicazioni e dire che l’accordo di settore fatto dal governo nelle ultime ore – con un aumento salariale pari a 180 euro mensili netti – non è sufficiente.

Presa della Bastiglia 14 luglio

La storia della Presa della Bastiglia

La Presa della Bastiglia da parte dei cittadini francesi, avvenuta martedì 14 luglio 1789 a Parigi, fu l’evento storico culminante della Rivoluzione francese in quanto la Bastiglia era il simbolo dell’ancien régime. L’avvenimento, sebbene di per sé poco importante sul piano pratico, assunse un enorme significato simbolico a tal punto da essere considerato il vero inizio della rivoluzione.

La convocazione degli Stati Generali a Versailles il 5 maggio 1789 per cercare di sanare la difficile crisi politica, sociale ed economica in cui versava la Francia, animò nei mesi seguenti il dibattito politico che si estese fino ai salotti e alle piazze della capitale, a tal punto da indurre il re Luigi XVI a schierare i suoi soldati attorno a Versailles, Parigi, Sèvres e Saint-Denis.Presa della Bastiglia 14 luglio

Sabato 11 luglio il Ministro delle Finanze Jacques Necker venne destituito dal re, essendosi guadagnato l’inimicizia da parte della corte per aver manifestato in parecchie occasioni delle idee filo-popolari.

Venne inoltre eseguita una riorganizzazione a livello generale mediante diverse sostituzioni in seguito alla Presa della Bastiglia: Victor-François de Broglie, Roland-Michel Barrin de La Galissonière, Paul François de Quelen de la Vauguyon, Louis Auguste Le Tonnelier de Breteuil e Joseph Foullon de Doué furono nominati per sostituire Louis Pierre de Chastenet de Puysegur, Armand Marc de Montmorin-Saint-Hérem, César-Guillaume de La Luzerne, François-Emmanuel Guignard de Saint-Priest e Necker.