90

Dopo un mese di ricovero all’ospedale di Siena, ora Alex Zanardi viene trasferito in un centro di eccellenza nella provincia di Lecco per proseguire con la riabilitazione.

 

Zanardi, dimesso dall’ospedale di Siena ora tocca alla riabilitazione 

 

Alex Zanardi ha lasciato il reparto dell’ospedale di Siena in cui si trovava dal 19 giugno scorso, dopo essere stato stato coinvolto in un grave incidente stradale sulla statale che collega Pienza a San Quirico D’Orcia (Siena) durante una gara di handbike.

L’ex pilota di macchine e ora ciclista è stato subito trasferito in un centro specializzato in Lombardia – il Villa Beretta in provincia di Lecco – dove verrà seguito nel suo delicato percorso di riabilitazione.

Alex Zanardi incidente

L’annuncio è giunto direttamente dall’ospedale di Siena, Le Scotte, che ha spiegato come le condizioni dell’atleta e la stabilizzazione dei parametri cardio-respiratori abbiano consentito la sospensione della sedazione farmacologica e, quindi, lo spostamento di Alex Zanardi verso un altro tipo di struttura più adatta alle sue necessità.

Il ricovero di Zanardi nell’ospedale di Siena è stato di circa un mese, durante il quale ha effettuato tre importanti interventi chirurgici: due al cervello e uno di ricostruzione del cranio e delle ossa del volto.

Alex Zanardi incidente

Il percorso di riabilitazione di Alex Zanardi si preannuncia decisamente lungo e delicato. In seguito all’incidente il campione paralimpico ha riportato danni importanti dal punto di vista neurologico e cerebrale.

L’incidente di Alex Zanardi:

Alex Zanardi, il campione paralimpico di handbike, è stato coinvolto in un grave incidente stradale nella zona di Pianezza, mentre stava gareggiando in una tappa della gara a staffetta di handbike “Obiettivo tricolore”, a hanno preso parte diversi atleti paralimpici in handbike, bici o carrozzina olimpica. Si tratta di un progetto di avviamento allo sport per atleti disabili, che vede tra i partecipanti atleti paralimpici in handbike, bici o carrozzina olimpica. Il percorso della staffetta, partita da Sinalunga (Siena), prevedeva l’arrivo a Montalcino (Siena), nella frazione di Castelnuovo dell’Abate.

L’incidente di Alex Zanardi è stato registrato sulla statale 146 nel comune di Pienza, in provincia di Siena, e il campione di handbike è stato trasferito in ospedale tramite l’elisoccorso. Secondo le prime ricostruzioni, sembra che Alex Zanardi si sarebbe scontrato con un camion. 

Alex Zanardi incidente

Repubblica.it riporta la testimonianza di Mario Valentini, Ct della Nazionale che seguiva la comitiva su un pulmino: “È successo su un rettilineo in leggera discesa, appena prima la strada fa una leggera curva e Alex ha invaso di poco l’altra corsia proprio mentre arrivava il camion che ha provato a sterzare senza però riuscire a evitare l’impatto”. E che “Zanardi è rimasto cosciente, almeno fino all’arrivo dei soccorsi, e respirava autonomamente”.

Alex Zanardi incidente

L’incidente automobilistico di Zanardi:

Alessandro Zanardi è nato a Bologna il 23 ottobre del 1966 da Anna e Dino Zanardi. La madre era una sarta, mentre il padre faceva l’idraulico. Da bambino si trasferì a Castel Maggiore, a pochi chilometri dal capoluogo emiliano e qui sviluppò la passione per i motori, appassionandosi alla Formula 1. Aveva anche una sorella maggiore, Cristina, morta a seguito di un incidente stradale nel 1979. 

Alex Zanardi incidente

A tredici giri dalla fine di una corsa, dopo aver compiuto la sua ultima sosta, uscendo dai box, dopo aver tolto il limitatore di giri, Zanardi perse improvvisamente il controllo della vettura (pare per la presenza di acqua e olio sulla traiettoria di uscita) che, dopo un testacoda, si intraversò lungo la pista, mentre sulla stessa linea sopraggiungevano ad alta velocità Patrick Carpentier e Alex Tagliani. Il primo riuscì a evitare lo scontro, il secondo no e l’impatto fu violentissimo: la vettura di Tagliani colpì perpendicolarmente la vettura del pilota bolognese all’altezza del muso, dove erano alloggiate le gambe, spezzando in due la Reynard Honda.

www.terzoo.com